Tenuta Santa Giuliana

 

Nessuna opera nasce per caso,
e non esiste prodotto che non sia frutto
di un’idea, di un progetto, di una sfida...

e del talento del suo autore.

Tenuta Santa Giuliana

 
Un’idea viene in mente, ed è subito chiara.
Ha l’aspetto di un disegno appena abbozzato, pochi tratti, qualche macchia di colore: senza dettagli ma efficace nell’insieme.

E se l’idea fosse: “produrre un vino”?

Allora solo passione, ambizione, e forse desiderio potrebbero renderla realizzabile.

Maurizio Varini vive a Villa del Conte, nella sconfinata e fertile pianura che da Padova va verso Nord.

Ama il vino, e preferisce i vini rossi, italiani, di grande personalità.

Ben presto sviluppa un’autentica passione per il mondo del vino... e quando il desiderio di farne parte non può più essere soddisfatto dal bere il vino degli altri, nasce l’idea:

fare un vino per sè, da condividere nella propria casa... ottenerlo dalla propria terra e farlo più buono possibile e perchè no, anche... Più Rosso!!

Tenuta Santa Giuliana

 
Come se ad un rosso si potesse dare un tono ...più rosso!


Impresa difficile, no?
Ma uno spirito ambizioso ha l’innata tendenza di mettersi alla prova.


Accettare le sfide, superare i propri limiti, pianificare progetti grandiosi: sono solo alcune delle attitudini di coloro che, cresciuti a Nord est, non possono fare a meno di fare impresa.

Più Rosso poteva restare un’idea, diventare un vino comune, o puntare all’eccellenza.

Nel 2008 nasce Tenuta Santa Giuliana:
22861mq di vigneto in un lotto rimasto indiviso nel tempo.
24 filari di Merlot, 16 di Cabernet Sauvignon, 9 di Cabernet Franc e 9 di Refosco dal Peduncolo Rosso.
E sotto, a pochi metri dalla superficie, c’è il Caranto.

In assoluta pianura.

E’ un territorio atipico per la vite, inutile negarlo.


Eppure Più Rosso vince la sfida,
e fin dalla prima vendemmia dimostra di avere una stoffa sorprendente.

Tenuta Santa Giuliana

 
Un imprenditore sa riconoscere la professionalità altrui, e il valore del team. Sa che in un progetto è necessario costruire ogni singola fase, affinché tutte le componenti raggiungano gli obiettivi stabiliti.


Nel mondo del vino ogni annata è un progetto: maggiori sono le variabili, più alto è il rischio... solo competenza, esperienza e buon senso conducono al successo.


Individuare gli interpreti dell’idea: così Tenuta Santa Giuliana sarebbe diventata una vera azienda vinicola... e un’azienda vinicola non può esistere senza da un agronomo e un enologo.

Un agronomo avrebbe seguito l’impianto del vigneto per condurre le piante alla resa ideale, e fu subito chiaro che doveva essere un uomo del posto, che conoscesse la propria campagna meglio di chiunque altro.

Una volta prodotta, l’uva deve essere trasformata, e vinificare è un atto creativo: per Più Rosso l’autore è determinante.

Tenuta Santa Giuliana si affida all’agronomo Simone Pierazzo per la cura del vigneto. 

Le uve sanissime, raccolte a mano, vengono trasferite nelle cantine di Wine Circus di Roberto Cipresso e lì vinificate.

Poche mosse, decise e determinate, e Più Rosso... ha già preso colore!

Tenuta Santa Giuliana

 
Merlot e Cabernet Sauvignon, Cabernet Franc in piccole quantità,
+ il 10% di Refosco dal Peduncolo Rosso: per caratterizzare, rendere originale, completare il taglio bordolese classico.

Per distinguere, soprattutto!

A partire dal nome... e rendere evidenti, in un semplice +, le qualità che ne fanno un vino dalla personalità unica.

Elegante ed equilibrato.
Il frutto ammorbidito e fuso nell’aroma del legno.
Di struttura evidente eppure misurata, di grande piacevolezza.

Per ora è così, ma è solo la prima annata: Più Rosso ha una lunga vita davanti... in tutti i sensi!!

E’ un vino creato per evolvere nel tempo, abbinando la piacevolezza della beva quotidiana ad interessanti possibilità di evoluzione.

Più Rosso 2010 è una Cuvèe de la Maison, ottenuta con i vitigni aziendali nelle esatte percentuali disponibili: ma è stata solo la prima prova.

La volontà di sperimentare diverse percentuali di assemblaggio sarà protagonista delle prossime annate, per esaltare le potenzialità del vigneto ed individuarne il carattere.

Fino ad allora Più Rosso continuerà a stupirvi.